Sto caricando…

Durata: 6’
Prima esecuzione: La Spezia, Camec, 20 aprile 2016

Il quadro “Senza titolo” di Agnes Denes (1976) mi ha colpito molto fin dalla prima volta che l’ho visto. Mi ha subito colpito per la rappresentazione visiva del concetto di ciclicità, concetto che sta alla base delle forme viventi e del quale quotidianamente tutti facciamo esperienza. Alcuni in maniera conscia ed altri in maniera inconscia.

Nell’opera di Denes la ciclicità si propone a varie velocità ed a vari livelli: ad esempio ci sono cerchi più grandi ed altri più piccoli. Nella mia composizione ho sfruttato largamente tutta la tavolozza di suoni che la voce può offrire.

L’ho usata per descrivere le varie ciclicità presenti nel quadro. Così alcuni cerchi sono rappresentati sonoramente con un certo colore vocale ed altri con un altro. Il fatto che alcuni cerchi si intersechino mi ha portato a ripresentare colori sentiti in precedenza.